SEOWeb Design & Development

[SEO] Quando realizzare un sito SEO friendly

Pubblicato il

Stai pensando di realizzare un sito web per la tua attività? Bene, però prima di buttarti alla ricerca del layout perfetto e delle immagini migliori aspetta un attimo, abbiamo qualcosa da chiederti: hai pensato a chi si rivolge il tuo sito e soprattutto al modo in cui farglielo conoscere? Cosa dici? Ci penserai dopo? Sbagliato! Devi pensarci subito, devi pensare in SEO!

“Hai mai visto una Formula 1 gareggiare fuori pista? Noi no!”

Cos’è la SEO

Facciamo un ripasso veloce. La SEO è l’attività svolta all’interno e all’esterno del sito internet atta a far indicizzare, mediante parole chiave rilevanti, i contenuti del sito web sui motori di ricerca (Google, Bing etc). Sebbene ogni sito web venga in automatico “assorbito” dai motori, questo non comporta una automatica e corretta indicizzazione.

Cosa fa il SEO

Il ruolo del SEO quindi è quello di far conoscere al pubblico di riferimento il sito web, facendolo concorrere nella giusta gara – serp, risultati di ricerca. Restando al parallelismo automobilistico, Il SEO è il “capo officina” che indica ai tecnici dove e come intervenire per arrivare primi al traguardo.

Realizzare un sito in ottica SEO

Dopo questo riepilogo, vediamo come comportarsi prima di mettere in gara il nostro sito web. Primo aspetto da valutare è quello di avere ben chiaro il target: so a quale pubblico può interessare il mio prodotto/servizio? Conosco il mio potenziale cliente? In base a questo, a quali esigenze devo dare maggiore o minore visibilità?

Possono sembrare domande poco tecniche, ma in ottica SEO sono necessarie per comprendere da subito come organizzare il sito web, in quanto il nostro riferimento è il potenziale cliente e non solo i motori di ricerca. L’intento di quest’ultimi, infatti, è quello di fornire risposte adeguate alle ricerche svolte dagli utenti.

Per fare questo il SEO studia ed individua le chiavi con buoni volumi di ricerca analizzandone l’intento: è una chiave informativa o transazionale? La persona che la digita sta cercando delle informazioni o sta cercando dove acquistare?

Dopo questo studio di mercato si entra nel vivo della realizzazione del sito web. Avendo a disposizione questo tipo di informazioni si potrà cominciare ad organizzare la struttura ed i contenuti. A partire dal menù principale e dai sotto menù, si potrà dare risalto ai servizi più importanti e presentarli nelle pagine realizzate ad hoc in base alle necessità degli utenti. Per fornire una User Experience cucita su misura.

Pensa veloce, pensa Mobile

Altro fattore da non sottovalutare è la velocità di caricamento del sito, uno dei maggiori fattori di ranking, soprattutto dopo il Mobile first index, implementato da Google. Avere un sito rapido nel caricamento da dispositivo mobile suggerisce a Google che il tuo sito saprà rispondere velocemente alle richieste dell’utente, premiandolo con un miglior posizionamento in serp. Per far questo si deve innanzitutto scegliere un servizio di hosting di qualità, con tempi di risposta del server veloci, intervenire sui codici html, CSS, java, etc e sui contenuti e soprattutto le immagini.

In conclusione

In questo articolo abbiamo dato solo alcuni accenni all’importanza di come strutturare un progetto web in fase start e agli aspetti legati alla SEO, tralasciando lo studio dei competitor e degli altri aspetti puramente tecnici come sitemap, robots.txt, crawl budget, link building etc. Lo abbiamo fatto volutamente, non vogliamo farti venire mal di testa!

Nostro intento è quello di farti comprendere che mettere online un sito web non è solo una questione estetica, seppur importante, ma una questione di business!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *